Blog — brokers RSS



Vermouth

“La classe non è acqua, è Vermouth quanto basta”. Per parlarvi dell’anima gemella del gin, voglio iniziare così, con una citazione di Mauro Lotti, mostro sacro della miscelazione che, del cocktail Martini ne ha fatto un’arte. Ma la ricetta? Ghiaccio, 5 cl di Gin e Vermouth Dry quanto basta (anche se qui dovremmo aprire un ampio capitolo…). Agitato o mescolato? Come diceva il famoso James Bond “shaken, not stirred” e infatti non sbagliava! Come sostiene Lotti “il Martini va sempre mescolato, mai agitato, perché le molecole del Gin e del Vermouth si devono adagiare sensualmente le une sulle altre”.

Continua a leggere



Cocktail - DrinKit

Oggi parliamo di tutti i kit che il DrinkNow vi propone per farvi un aperitivo oppure un post cena personalizzato. Dato che questo periodo di pandemia non ci permette di andare in bar, il bar viene da noi e tocca miscelarci i drink a casa. Va bene così in realtà, per esperienza personale, questa clausura mi ha permesso di creare degli abbinamenti unici e che mi hanno molto stupito, informandomi sempre di più e cercando di degustare prodotti comprendendone la “mixologia”, ho persino provato a mixare delle grappe!!! Tornando ai nostri DrinKit, abbiamo una vasta scelta tra vino, birre e superalcolici, scopriteli nella sezione dedicata.

Continua a leggere



Il Gin

Sapevi che il Gin non nasce come alcolico, come oggi lo conosciamo? Questa famosa bevanda, infatti, ha subìto vari cambiamenti nel corso dei secoli: veniva inizialmente utilizzata dai monaci del X secolo per creare un olio terapeutico antinfiammatorio col ginepro; poi nel 1600 assunse una funzione digestiva grazie ad un distillato di alcool e oli essenziali che venne creato e persino prescritto ai marinari olandesi proprio per i disturbi digestivi. Solo alla fine del 1600 il Gin iniziò a delinearsi con uno stile ben preciso, grazie alla nascita di numerose distillerie. Questo divenne poi il London Dry Gin, un distillato poco profumato ma dall’alto tenore alcolico.

Continua a leggere